Laurea magistrale

Ingegneria per l’ambiente e il territorio

Perché a Parma

Il corso tratta le tematiche ingegneristiche attinenti l’inserimento nel contesto ambientale delle attività antropiche conciliando la sicurezza degli insediamenti civili con le esigenze di una tutela ambientale e forma figure professionali interdisciplinari aggiungendo alle tradizionali discipline ingegneristiche, conoscenze nel settore delle scienze chimiche, geologiche, biologiche, legislative. Il corso prevede la possibilità di svolgere un periodo di studio o tesi all’estero (presso la University of Florida (USA), o la University of Newcastle (Australia)).

Il tasso di occupazione ISTAT a un anno dalla laurea è del 100% (dati AlmaLaurea).

Cosa imparerai

Primo anno

63 CFU

  • Chimica II – 6 CFU
  • Diritto dell’ambiente e tutela delle acque – 6 CFU
  • Geologia tecnica e stabilità dei pendii A – 9 CFU
  • Idraulica ambientale e costiera – 9 CFU
  • Idrologia e protezione delle falde acquifere – 6 CFU
  • Ingegneria sanitaria-ambientale (oppure Impianti di trattamento sanitario-ambientale) – 6 CFU
  • Meccanica delle rocce e stabilità dei pendii B – 9 CFU
  • Pianificazione territoriale – 6 CFU
  • Valutazione di impatto ambientale – 6 CFU

Secondo anno

57 CFU

  • Fotogrammetria e telerilevamento – 9 CFU
  • Sistemazione dei bacini idrografici – 12 CFU
  • Attività a scelta – 12 CFU
  • Altre attività – 6 CFU
  • Prova finale – 18 CFU

Altre attività

Un “laboratorio” a scelta fra i seguenti

  • Laboratorio di ingegneria stradale 6
  • Laboratorio di meccanica dei materiali e delle strutture 6
  • Laboratorio di misure e controllo idraulici 6
  • Laboratorio di progetto e controllo delle strutture 6

oppure

  • Tirocinio 6

Attività a scelta dello studente

12 CFU

  • Analisi dinamica e progettazione sismica delle strutture – 12 CFU
  • Applied acoustics – 6 CFU
  • Cantieri e sicurezza – 6 CFU
  • Cemento armato – 9 CFU
  • Dighe e traverse – 6 CFU
  • Ecologia applicata – 6 CFU
  • Etica e pratica professionale dell’ingegnere – 1 CFU
  • Impianti idraulici – 6 CFU
  • Impianti tecnici per l’edilizia – 6 CFU
  • Infrastrutture idrauliche  -6 CFU
  • Ingegneria della sicurezza antincendio e resistenza al fuoco delle strutture – 6 CFU
  • Messa in sicurezza e bonifica di siti contaminati – 6 CFU
  • Project management – 6 CFU
  • Protezione idraulica del territorio – 6 CFU
  • Sistemi informativi territoriali – 6 CFU
  • Sofwtare per l’ingegneria idraulica – 6 CFU
  • Idoneità di lingua inglese (livello B2) – 3 CFU

Cosa ti aspetta dopo la laurea

Essendo dotato di specifiche conoscenze professionali sulle interrelazioni tra i diversi processi fisici, biologici e chimici, sarai in grado di progettare opere di difesa e mitigazione del rischio idrogeologico (inondazioni e frane); opere di trattamento e smaltimento dei residui liquidi e solidi; opere di risanamento di ambienti contaminati; sistemi di monitoraggio territoriale ed ambientale; interventi di pianificazione territoriale in ambito urbano e rurale.

Ti sarà possibile lavorare presso imprese di costruzione e manutenzione di opere civili, impianti a servizio delle opere ed infrastrutture civili e delle opere e sistemi di controllo e di difesa del suolo. Potrai svolgere la libera professione o occupare incarichi presso studi professionali e società di progettazione di opere edili, di strutture e infrastrutture civili, viarie ed idrauliche; in uffici pubblici di progettazione, pianificazione, gestione e controllo di sistemi urbani e territoriali; in aziende, enti, consorzi ed agenzie di gestione, controllo e monitoraggio del territorio e per la difesa del suolo.

Dati generali

  • Tipologia e durata

    Laurea magistrale (2 anni)

  • Classe di laurea

    LM-35 Classe delle lauree magistrali in Ingegneria per l’ambiente e il territorio

  • Referenti per l’orientamento

    Dott. Marco D’Oria marco.doria@unipr.it

  • Dipartimento

    Dipartimento di Ingegneria e Architettura – dia.unipr.it Parco Area delle Scienze, 181/A – Campus Universitario