Fase3: agevolazioni e misure speciali

  • Fondo affitti per studenti fuori sede

    Insieme al Consiglio degli Studenti abbiamo deciso di destinare 100mila euro agli affitti dei fuori sede: un intervento economico consistente per agevolare famiglie e persone in difficoltà a causa dell’emergenza coronavirus, permettendo agli studenti e alle studentesse che vengono da lontano di proseguire il loro percorso a Parma. I 100mila euro saranno versati nelle casse del Comune di Parma, e andranno a integrare e cofinanziare il “Fondo affitti per studenti fuori sede” che il Comune istituirà con le risorse del Fondo affitti stanziato dalla Regione Emilia Romagna a seguito dell’emergenza COVID-19.

    I dettagli del Fondo affitti del Comune e i criteri del bando per accedere ai contributi, dal quale scaturirà la graduatoria degli aventi diritto, saranno illustrati a breve in una conferenza stampa congiunta nella sede del Comune di Parma.

  • ISEE corrente

    In considerazione della fase emergenziale che stiamo vivendo l’Ateneo dà la possibilità di presentare l’ISEE corrente, che attualizza il valore dell’indicatore prendendo a riferimento i redditi relativi a un periodo di tempo più ravvicinato rispetto a quello utilizzato per il calcolo ISEE. Il valore dell’ISEE permette il calcolo del contributo universitario personalizzato: questo dà la possibilità a ognuno di pagare tasse proporzionate al reddito e al patrimonio personale o della famiglia.

  • Didattica mista

    Sarà garantita a tutti e a tutte la possibilità di riprendere le lezioni, in presenza o da remoto, in un’offerta che continuerà a essere di qualità. Ribadiamo il valore dell’esperienza formativa “in presenza”, arricchita in questo modo (ma non sostituita) dal digitale. In questo modo nessuno resterà indietro: le stesse possibilità in termini di accessibilità e di qualità infatti saranno date sia a chi sarà presente nelle sedi universitarie sia a chi potrebbe trovarsi nella necessità di seguire le lezioni a distanza.

  • 1 milione di Euro per il digitale

    Abbiamo ricevuto dal Ministero dell’Università e della Ricerca più di un milione di euro per il potenziamento delle infrastrutture tecnologiche per la digitalizzazione della didattica e dei servizi agli studenti e alle studentesse.  Questi soldi ci aiuteranno da un lato a garantire la “didattica mista”, in coerenza con la strategia imposta dall’emergenza COVID-19; dall’altro di progettare interventi di miglioramento a lungo termine che rendano più efficiente la nostra Università.

  • Punto bianco per fuori sede ed Erasmus

    Gli studenti e le studentesse fuori sede e temporaneamente a Parma nell’ambito di programmi internazionali (Erasmus e altri) che non abbiano scelto un medico di medicina generale nel nostro territorio potranno rivolgersi al Punto bianco dell’Azienda Usl di Parma per l’assistenza sanitaria di base gratuita.

  • POTENZIATI BENEFICI ER.GO

    Er.go, l’Azienda regionale per il Diritto allo studio, considerata l’emergenza sanitaria in atto, ha introdotto diverse novità per le matricole e per gli studenti e le studentesse iscritti tra cui l’arricchimento della borsa di studio, la pubblicazione di un bando ad hoc contenente misure straordinarie per fronteggiare il COVID-19 e la rimodulazione di scadenze e criteri di assegnazione. Scopri di più (https://www.unipr.it/notizie/diritto-allo-studio-le-novita-nei-bandi-ergo)