Laurea magistrale

Ingegneria degli impianti e delle macchine dell’industria alimentare

Perché a Parma

L’istituzione di un questo corso magistrale in ingegneria meccanica nasce per assimilare al meglio le peculiarità di un settore, quale quello dell’industria alimentare, che unisce aspetti altamente interdisciplinari, difficilmente assimilabili da indirizzi specifici all’interno dell’ingegneria meccanica. Gli sviluppi tecnologici dell’industria alimentare obbligano le aziende metalmeccaniche ed impiantistiche del settore a creare corsi di aggiornamento specifici, o proporre la formazione di Master per colmare le lacune in tecnologia, microbiologia e chimica degli alimenti. Il corso vuole fornirti una conoscenza globale su aspetti dell’industria alimentare mai affrontati, che ti permettano l’inserimento direttamente nel tessuto produttivo dell’industria alimentare. Entro il primo anno dalla laurea hai la possibilità di trovare lavoro al 100% (Tasso di occupazione def. Istat – Forze di lavoro – AlmaLaurea). Tale dato è migliore addirittura rispetto alla media nazionale relativa all’ingegneria meccanica (media nazionale 73.7%).

Cosa imparerai

  • Heat and Mass Transfer in Food Processing – 9 CFU
  • Igiene degli alimenti e microbiologia alimentare (I modulo) – 6 CFU
  • Igiene degli alimenti e microbiologia alimentare (II modulo) – 3 CFU
  • Igiene degli alimenti e microbiologia alimentare (III modulo) – 6 CFU
  • Attività a scelta – 12 CFU
  • English for Engineering – 3 CFU
  • Macchine per l’industria alimentare – 6 CFU
  • Scienze e tecnologie alimentare – 6 CFU
  • Impianti dell’industria alimentare – 9 CFU
  • Servizi generali di impianto – 9 CFU
  • Food Packaging Technology – 6 CFU
  • Simulazione dei sistemi produttivi – 6 CFU
  • Materiali metallici per l’industria alimentare – 6 CFU
  • Automazione e controllo degli impianti dell’industria alimentare (I modulo) – 6 CFU
  • Automazione e controllo degli impianti dell’industria alimentare (II modulo) – 6 CFU
  • Costruzione delle macchine per l’industria alimentare – 6 CFU
  • Altre attività: tirocinio – 6 CFU
  • Prova finale – 9 CFU
  • Energetica 6
  • Impatto Ambientale dei Sistemi Energetici – 6 CFU
  • Metodo degli elementi finiti nella progettazione meccanica – 6 CFU
  • Project management – 6 CFU
  • Organizzazione aziendale – 6 CFU
  • Financial and Cost Management – 6 CFU
  • Meccanica delle vibrazioni – 6 CFU
  • Metrologia e dispositivi per la misura e il monitoraggio – 6 CFU
  • Progettazione meccanica funzionale – 6 CFU
  • Supply chain management – 6 CFU
  • Termofluidodinamica computazionale – 6 CFU
  • Attività di completamento Erasmus – 6 CFU

Cosa ti aspetta dopo la laurea

Da laureato, ingegnere meccanico degli impianti e delle macchine dell’industria alimentare, potrai trovare occupazione presso industrie meccaniche ed elettromeccaniche, aziende ed enti per la produzione e la conversione dell’energia, imprese impiantistiche, industrie per l’automazione e la robotica, imprese manifatturiere in generale per la produzione, l’installazione e il collaudo, la manutenzione e la gestione di macchine, linee e reparti di produzione e sistemi complessi.

Le principali funzioni che potrai svolgere saranno quella di gestione della produzione di alimenti, progettazione di macchine e impianti dell’industria alimentare, pianificazione e programmazione della produzione alimentare, gestione dei sistemi complessi, project management con riferimento alla gestione delle commesse impiantistiche alimentari, assistenza alla vendita di complessi impianti alimentari e progettazione e verifica del packaging alimentare.

Dati generali

  • Tipologia e durata

    Laurea magistrale (2 anni)

  • Classe di laurea

    LM-33 Classe delle lauree magistrali in Ingegneria meccanica

  • Referenti per l’orientamento

    Prof. Roberto Montanari roberto.montanari@unipr.it

    Prof. Giuseppe Vignali giuseppe.vignali@unipr.it

  • Dipartimento

    Dipartimento di Ingegneria e Architettura – dia.unipr.it Parco Area delle Scienze, 181/A – Campus Universitario