Laurea magistrale

Ingegneria meccanica

Perché a Parma

I dati presentati annualmente dal Consiglio Nazionale Ingegneri mostrano che l’ingegnere industriale, e in particolare l’ingegnere meccanico, è tra i profili professionali maggiormente richiesti su base nazionale.

La consultazione della banca dati AlmaLaurea per l’anno 2014, ultimo anno di indagine, evidenzia che ad un anno dalla laurea il 96,2% degli Ingegneri Meccanici Magistrali dell’Università di Parma è occupato, contro una media nazionale del 91,2%. Inoltre, il 70,8% degli ingegneri meccanici magistrali di questa università dichiara di ritenere la propria laurea efficace per il proprio lavoro, contro una media nazionale del 61% per i laureati della classe delle lauree magistrali in ingegneria meccanica.

Cosa imparerai

  • Progettazione integrata e sviluppo virtuale di prodotti meccanici – 9 CFU
  • Macchine elettriche e azionamenti elettrici + Elettronica industriale – 12 CFU
  • Termofluidodinamica applicata – 9 CFU
  • Macchine a fluido – 9 CFU
  • Meccanica delle vibrazioni – 6 CFU
  • Servizi generali di impianto – 9 CFU
  • Produzione assistita dal calcolatore – 6 CFU
  • Metrologia e dispositivi per la misura e il monitoraggio – 9 CFU

Curriculum “Costruzioni”

  • Diagnostica e dinamica dei sistemi meccanici – 6 CFU
  • Metodo degli elementi finiti nella progettazione meccanica – 6 CFU
  • Progettazione meccanica funzionale – 6 CFU

Curriculum “Energia”

3 esami da scegliere tra i seguenti 5

  • Smart Energy Systems – 6 CFU
  • Energetica – 6 CFU
  • Sistemi oleodinamici – 6 CFU
  • Impatto ambientale dei dei sistemi energetici – 6 CFU
  • Termofluidodinamica computazionale – 6 CFU

Curriculum “Automazione industriale”

  • Meccanica dei robot – 6 CFU
  • Sistemi di controllo per l’automazione industriale – 6 CFU
  • Elettronica per l’automazione o Automazione degli impianti industriali – 6 CFU

Attività comuni

  • Attività a scelta (due esami da 6 CFU) – 12 CFU
  • Altre attività – 6 CFU
  • Tirocinio – 6 CFU
  • English for Engineering – 3 CFU
  • Etica e pratica professionale dell’ingegnere – 1 CFU (in sovrannumero)
  • Prova finale – 12 CFU

Le altre attività possono essere acquisite in sostituzione del tirocinio o come crediti in soprannumero.

Curriculum “Costruzioni”

  • Metallurgia meccanica – 6 CFU
  • Meccanica dei materiali e integrità strutturale – 6 CFU

Curriculum “Energia”

  • Sono da intendersi come consigliate due attività non scelte tra le 5 proposte come obbligatorie

Curriculum “Automazione industriale”

  • Diagnostica e dinamica dei sistemi meccanici – 6 CFU
  • Automazione industriale – 6 CFU
  • Sicurezza degli impianti industriali – 6 CFU
  • Project management* – 6 CFU
  • Applied acoustics* – 6 CFU
  • Simulazione dei sistemi produttivi – 6 CFU
  • Scienza e tecnologia dei materiali non metallici – 6 CFU
  • Gestione della produzione – 6 CFU
  • Non-conventional Manufactoring Technology* – 6 CFU
  • Marketing e gestione dell’innovazione – 6 CFU
  • Ingegneria della sicurezza antincendio + Resistenza al fuoco delle strutture – 6 CFU
  • Ponti – 6 CFU
  • Dynamic and Stability of Continuous Systems – 6 CFU

* Insegnamento erogato in lingua inglese

Al secondo anno di corso, lo studente sceglie uno dei tre percorsi: Curriculum Costruzioni o Curriculum Energia o Curriculum Automazione Industriale.

  • Le Attività a scelta (12 CFU) possono essere due insegnamenti, da 6 CFU ciascuno, tra tutte quelle indicate nel presente Manifesto degli Studi, compresi gli insegnamenti inclusi nei curricula diversi da quello scelto e gli insegnamenti specifici di curriculum.
  • • Qualora le attività a scelta non rientrino in quelle indicate dal presente manifesto, il piano degli studi deve essere espressamente approvato dal consiglio di corso di studi.
  • Le Attività a scelta possono essere frequentate sia al 1°, sia al 2° anno di corso.

Piano degli Studi riservato agli studenti a tempo parziale (secondo il Regolamento emanato con DRD n.
1153/2015, prot. n. 26986, dell’11 maggio 2015). Il piano degli studi riservato agli studenti a tempo parziale è
consultabile sul sito del corso di laurea.

Cosa ti aspetta dopo la laurea

Con questo titolo di studio potrai lavorare nel settore dell’innovazione, dello sviluppo della produzione, della progettazione avanzata, della pianificazione e della programmazione, della gestione di sistemi complessi nella libera professione, nelle imprese manifatturiere o di servizi e nelle amministrazioni pubbliche. La consultazione della banca dati Alma-Laurea, per l’anno 2014, evidenzia che il prevalente ambito occupazionale degli ingegneri magistrali meccanici di questa università è quello dell’industria (91,7%) e, in particolare, il settore metalmeccanico e della meccanica di precisione (79,2%).

I contenuti del video sono relativi all’a.a. 2020-21 (registrazione aprile 2019 – info valide anche per l’a.a. 20-21, tranne riferimenti a modalità di immatricolazione dell’a.a. 19-20)

Dati generali

  • Tipologia e durata

    Laurea magistrale (2 anni)

  • Classe di laurea

    LM-33 Classe delle lauree magistrali in Ingegneria meccanica

  • Referenti per l’orientamento

    Prof. Paolo Casoli paolo.casoli@unipr.it

    Prof. Andrea Volpi andrea.volpi@unipr.it

  • Dipartimento

    Dipartimento di Ingegneria e Architettura – dia.unipr.it Parco Area delle Scienze, 181/A – Campus Universitario